pietra di luna

PIETRA DI LUNA

previsione – accettazione – cura

La pietra di luna è una varietà di ortoclasio, composto da silicato di alluminio e potassio. È chiamata anche Adularia ed è caratterizzata dall’adularescenza. Un effetto ottico che determina dei riflessi bianchi talvolta grigi, facendo ricordare il bagliore della luce lunare da cui prende il nome. Per questo motivo è sempre associata alla luna, alla femminilità, alla sfera dei sentimenti, del cuore e della fertilità. La qualità arcobaleno, che mostra tutta la gamma iridea, imprime nell’aura della persona le qualità di ogni colore, arricchendo le vibrazioni di ogni chakra con un effetto calmante e rendendo meno aggressivi o polemici. E’ una pietra di espressione dell’energia yin, ossia l’energia misteriosa e placida della luna, quindi portatrice di calma e pace. Stimola il funzionamento della ghiandola pineale, bilancia i cicli ormonali interni con i ritmi della natura, allevia il dolore mestruale, della menopausa e nella gravidanza aiuta a stimolare il sistema linfatico e immunitario. Può anche ridurre il fluido corporeo in eccesso. Il momento ideale e di massima risonanza per usare la pietra di luna è durante la fase di luna piena. Grazia alla sua associazione con l’acqua, risulta essere molto protettiva con persone che abitano vicino a luoghi di mare. Connette benissimo tra loro il 2° e il 6° chakra, migliorando la sensibilità intuitiva. Viene associata però al Chakra della Corona per esperienze spirituali, aiutando ad identificarsi con lo spirito. Funziona molto bene in combinazione con il granato e se usata in concomitanza con l’ametista nei chakra superiori. E’ utile durante la meditazione perchè riflette l’anima della persona che la possiede. Prendersi cura di lei significa ricevere in cambio abbondanza, energia ed equilibrio. Il segno zodiacale associato è il Cancro.